ANDRIA (BARI) – Ecco un’occasione da prendere al volo per approfondire insieme “Un’altra Storia”, vale a dire l’Unità d’Italia vista dalla parte dei “Briganti”, attraverso un’analisi critica del nostro Risorgimento. Tanto più in una contingenza temporale in cui sempre più forte è nel Paese il dibattito sul tema dell’annessione “coatta” del Regno delle Due Sicilie. Per far comprendere una volta per tutte alle nuove generazioni come accadde che gli Italiani del Sud divennero “Meridionali”, “Terroni” o Briganti. E per far luce sulle versioni spudoratamente false e di parte che hanno infarcito i libri di Storia ancora oggi proposti dalla Scuola italiana.

briga

Per approfondire la questione interverranno Pino Aprile, autore del best seller “Carnefici”, storia di un genocidio ai danni del Popolo Meridionale; Monica Lippolis, coautrice de “L’altra Storia”, analisi critica del Risorgimento Italiano, nuovo sussidiario per la scuola italiana, a cura dell’Associazione Nazionale Briganti; Nino Marmo, consigliere regionale, giornalista e cultore di storia locale. I lavori saranno aperti dal sindaco di Andria, Nicola Giorgino e dal presidente della Banca di Andria, Paolo Porziotta.

Appuntamento fissato per venerdi 31 marzo, alle ore 19.30, presso la Sala “P. Attimonelli” Hotel dei Pini in Corso Cavour ad Andria in provincia d Bari.

Seguici, clicca Mi Piace e/o condividi:
error