CASALVIERI (FROSINONE) – Negli anni postunitari, 1860/70, sullo sfondo di una situazione socioeconomica drammatica, Casalvieri, piccolo comune della Valcomino in provincia di Frosinone, fu covo di numerosissimi briganti che infestavano il territorio.

Alcuni furono arruolati alla lotta antiunitaria e filoborbonica, molti altri rimasero nell’orbita  della delinquenza comune. Ne parla con una puntigliosa documentazione d’archivio la scrittrice Chiara Recchia nel volume “Le facce travisate di farina” sottotitolo – Casalvierani nel brigantaggio postunitario.

Il volume, con una prefazione del Prof. Guido Pescosolido, titolare di Storia Moderna e contemporanea alla Sapienza di Roma, sarà presentato, a cura dell’Ass. Culturale Dedalus, presso la Sala Consiliare di Casalvieri Sabato 6  Agosto alle 18.00.

Interverrano il Prof. Michele Ferri, il maggior esperto della provincia di Frosinone sul fenomeno del brigantaggio, il Prof. Gaetano De Angelis-Curtis del Centro Documentazione e Studi Cassinati, il Prof. Guido  Pescosolido e la stessa autrice Chiara  Recchia.

Seguici, clicca Mi Piace e/o condividi:
error