PONTELANDOLFO (BENEVENTO) – E’ stata conferita lo scorso 31 Luglio 2016 la Medaglia d’Oro Costantiniana di benemeranza ai Comuni di Casalduni e Pontelandolfo in provincia di Benevento.

Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è un Ordine Equestre le cui origini, per tradizione, risalgono all’Imperatore Costantino, dopo l’apparizione della Croce ad Saxa Rubra, ed è pertanto considerato uno dei più antichi ordini cavallereschi.
Si propone la propagazione della Fede e la glorificazione della Croce. Dà il suo contributo d’azione e di attività nelle opere dell’Assistenza Sociale e Ospedaliera.

Il conferimento della medaglia

Il conferimento della medaglia

L’attuale Gran Maestro è S.A.R. il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Castro e Capo della Real Casa.
Il Gran Maestro governa l’Ordine assistito dalla Reale Deputazione, composta dalle Grandi Cariche: Gran Prefetto, Gran Priore, Grande Inquisitore, Gran Cancelliere e Gran Tesoriere; dal Presidente, Vice Presidente e Segretario e dai deputati, nominati per un triennio. S.A.R. il Gran Maestro è anche assistito da un Consiglio Giuridico Magistrale e, per la parte araldico nobiliare, da una Commissione Araldica Magistrale. I Cavalieri e le Dame sono divisi in quattro categorie: Giustizia, Speciale, Grazia e Merito.

La cerimonia

La cerimonia

Lo Stato Italiano ha riconosciuto formalmente la legittimità dell’Ordine e, dal 1963, autorizza i cittadini italiani a fregiarsi delle decorazioni del medesimo ai sensi dell’art. 7 della Legge 178 del 3 marzo 1951. L’Ordine è altresì iscritto alla Cancelleria del Tribunale di Napoli nel registro delle persone giuridiche.

La medaglia di benemeranza vuole ricordare soprattutto tutte le donne violentate e uccise all’indomani dell’arrivo dell’Esercito Sabaudo la notte del 14 Agosto 1861 a Pontelandolfo e Casalduni.

Presenti alla cerimonia i Sindaci delle due cittadine sannite, il Marchese Don Pierluigi Sanfelice Di Bagnoli del Sacro Ordine Militare Costantiniano di San Giorgio incaricato di S.A.R. Principe Carlo di Borbone due Sicilie Duca di Castro,  il Prof.Renato Rinaldi e altre autorità convenute.

Seguici, clicca Mi Piace e/o condividi:
error